Grotte di Catullo (Sirmione)

Di fronte a questo nome ,risalente al XV sec.,il visitatore può essere tratto in inganno,non si tratta infatti di grotte naturali ma di ruderi di un edificio romano eretto tra il I sec a.c. e il I sec d.c., appartenuto ad un antico proprietario la cui attribuzione ,secondo gli ultimi studi cronologici ,non è nemmeno accertata al poeta Valerio Catullo. La villa romana è situata sull’estremità settentrionale della penisola di Sirmione,avvolta in uno splendido panorama che dà sul lago di Garda. La visita inizia dal museo archeologico dove è possibile vedere nelle vetrine reperti archeologici trovati duranti gli scavi della villa e dintorni e valutare l’aspetto geologico della penisola e l’origine del lago .Si prosegue poi nell’area archeologica la quale si estende su di una vasta superficie pari a 20.000 mq distribuiti su tre livelli,la zona inferiore di servizio,dove sono ben evidenti le sostruzioni utilizzate per sostenere il secondo piano dell’edificio dove era possibile passeggiare sotto criptoportici e dove gli ospiti potevano ammirare il lago dalla terrazza panoramica,e il terzo piano con funzione residenziale e termale .

Orari di apertura:
da marzo a ottobre martedì-domenica 8.30-19.00
da novembre a febbraio martedì-venerdi 8.30-16.30

Tariffe:
Intero € 6,00
Ridotto € 2,00 anni 18-25
Gratuito under 18, over 65 e scolaresche munite di elenco su carta intestata della scuola